Calo di zuccheri dopo aver mangiato parecchia frutta 4


calo di zuccheri dopo aver mangiato parecchia fruttaLuigi scrive

Salve,
vorrei fare una domanda nella rubrica “chiedilo al nutrizionista”.
Quasi sistematicamente ho un calo di zuccheri prima dell’orario di cena; vorrei avere una sua conferma su una mia ipotesi.
Per pranzo mangio abitualmente un panino (una rosetta con circa 70g di affettato) ed un frutto; verso le 17 ho generalmente fame e mangio tra i 2 ed i 3 frutti di stagione, poi verso le 19 ho nuovamente molta fame con associata la tipica sensazione del calo di zuccheri. La mia ipotesi è che l’elevata quantità di frutta assunta a stomaco vuoto alle 17 genera una consistente immissione di insulina nel sangue che rimane in circolo anche quando tutti gli zuccheri dei frutti sono assimilati, generando così la sensazione descritta. E’ una ipotesi credibile? cosa posso assumere insieme o in alternativa alla frutta per limitare questo fenomeno?
grazie e cordiali saluti,
Luigi

Risposta

Salve Luigi, le faccio i complimenti, lei è un acuto osservatore. A molti anche del settore sfuggono certi particolari.
La sua osservazione è esatta al 100%, uno spuntino a base di frutta come spesso viene consigliato, non è il miglior spuntino. Ogni volta che si consumano zuccheri da soli si innalza la glicemia, si stimola la produzione di insulina che a sua volta fa rientrare il glucosio nelle cellule dei tessuti creando ipoglicemia. Le do un’altro suggerimento prima che lo provi sulla sua pelle: eviti di consumare zuccheri (anche pane) nella finestra che va da un’ora e mezza a mezz’ora prima di fare attività fisica, le creerebbe ugualmente ipoglicemia. Nel’attività fisica i carboidrati vanno presi o almeno 2 ore prima, oppure poco prima di iniziare l’attività fisica o durante.
Comunque ora veniamo alla soluzione al suo problema: per evitare questi problemi se vuole restare sulla frutta le consiglio spuntini a base di frutta secca.
Altrimenti ecco i punti chiave del problema:

  • Associare delle fibre agli zuccheri abbassa l’indice glicemico: quindi potrebbe associare frutta e verdura: non so se le andrebbe di farlo.
  • Associare proteine e/o grassi abbassa l’indice glicemico e fornisce nutrienti per un lasso di tempo più lungo: questa è la soluzione migliore, quindi potrebbe usare la frutta secca: mandorle, noci, pinoli, ecc… sia da soli che in associazione alla frutta che normalmente consuma, oppure consumare 25g di parmigiano, o uno yogurt, oppure una tazza di latte o un uovo sodo (molti lo disprezzano io lo amo).

Se vuole approfondire il tema o vuole altri consigli penso che il regime alimentare della dieta a zona possa esserle di aiuto. Dovrebbe provare a fare degli spuntini da 1 o 2 blocchi.
E soprattutto mi faccia sapere se ha risolto il problema con queste accortezze.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 commenti su “Calo di zuccheri dopo aver mangiato parecchia frutta

  • Luigi

    Grazie per i complimenti e per la velocità e chiarezza della risposta!
    Penso che risolverò con l’assunzione di uno yogurt o formaggio insieme alla frutta.
    Molto interessante anche il riferimento all’attività asportiva; 2 volte a settimana pratico attività fisica verso le 18, circa 45 minuti dopo la solita merenda, quindi al limite del termine della finestra da lei citata; in effetti in quei giorni alla fine dell’allenamento l’appetito è tanto ma avverto il calo di zuccheri in maniera nettamente inferiore rispetto a quando non pratico attività.
    Le faro sapere gli sviluppi, cordiali saluti,
    Luigi