Calcio


Il calcio nel latte funzioni e alimenti

Il calcio è lo ione più importante del nostro organismo e in peso in un uomo adulto si aggira intorno ai 1200 g. Il 99% del calcio si ritrova nelle ossa e nei denti, mentre soltanto l’1% si ritrova nei liquidi corporei. Il metabolismo del calcio è in stretta relazione con quello del fosforo. Nello scheletro, la maggior quantità di calcio e fosforo sono presenti sottoforma di cristalli di idrossiapatite, attaccati alle fibre collagene. Il deposito di questi cristalli e l’orientamento sono parzialmente regolati dalle sollecitazioni meccaniche che riceve lo scheletro, per questo lunghi periodi di allettamento o di inattività fisica portano ad una demineralizzazione dell’osso fino a giungere all’osteoporosi. Laconcentrazione plasmatica di calcio deve essere mantenuta costante, e non scendere sotto le 0,6 mM o andare sopra le 1,6 mM. I livelli di calcio sierico totale vanno da 8,5 a 10,4 mg/dl. Il meccanismo per mantenere l’omeostasi è di tipo ormonale ed è composto da:

  • Calcitonina,
  • Paratormone (PTH),
  • Vitamina D.

L’equilibrio del calcio tra plasma e scheletro è mantenuto dall’attività degli osteoclasti (rilasciano il calcio dalle ossa al sangue) e gli osteoblasti (depositano il calcio nelle ossa).

Livelli di assunzione e fonti alimentari di Calcio

Pochi alimenti abbondano di calcio, e tra questi i più importanti sono:

  • Latte e derivati;
  • Frutta secca;
  • Legumi.

Livelli di assunzione raccomandati (LARN):

Età Calcio (mg/die)
Lattanti 600
Bambini da 1 a 6 anni 800
Bambini 7 – 10 anni 1000
Maschi/Femmine 11 –17 anni 1200
Maschi/Femmine 18 – 29 anni 1000
Maschi 30- 59 anni 800
Maschi +60 anni 1000
Femmine 30- 49 anni 800
Femmine +50 anni (no terapia con estrogeni) 1200 – 1500
Femmine +50 anni (terapia estrogeni) 1000
Gestanti 1200
Allattamento 1200

Funzioni del calcio

Le funzioni che il calcio svolge possono essere classificate in funzioni extracellulari e funzioni intracellulari. Le funzioni extracellulari più importanti svolte dal calcio sono:

  • Fondamentale insieme al fosforo per la mineralizzazione dell’sso
  • Interviene nella coagulazione
  • Fondamentale nell’eccitabilita’ neuromuscolare

Invece le funzioni i ntracellulari più importanti svolte dal calcio sono:

  • Attivazione neuronale
  • Ruolo chiave nella contrazione muscolare
  • Interviene nella glicogenolisi nel muscolo
  • Secrezione ormoni
  • Secondo messaggero per ormoni e fattori di crescita
  • Regolazione della transcrizione genica

Carenza di Calcio

Il primo sintomo da carenza di Calcio è la tetania, che può essere accompagnata da convulsioni. Carenze di calcio nei bambini possono portare a rachidismo e negli adulti a osteomalacia. Secondo molti autori, l’insufficiente apporto di calcio nella dieta può portare all’osteoporosi.
L’osteoporosi che colpisce in maggior misura le donne,è una malattia multifattoriale, dovuta cioè a più fattori, sia ambientali, che genetici, che nutrizionali, quindi non si può dare al calcio la colpa dell’insorgenza di questa malattia. Infatti l’attività fisica previene l’insorgenza di osteoporosi, soprattutto gli sport dove c’è gravità e il più consigliato potrebbe essere il sollevamento pesi. Un esempio può essere dato dalle persone grasse, esse hanno un rischio di ammalarsi di osteoporosi più basso rispetto alle magre, questo è dovuto al maggior peso esplicato dal corpo sullo scheletro. Uno sport da evitare nel prevenire l’osteoporosi è il nuoto, perchè in acqua non c’è la forza di gravità che provoca sollecitazioni al nostro scheletro.
Dal punto di vista nutrizionale per prevenire l’osteoporosi, bisogna prevenire le perdite di calcio. I fattori che determinano perdite di calcio sono:

  • Eccessivo consumo di proteine animali,
  • Eccessovo consumo di cloruro di sodio nella dieta (è il normale sale da cucina)
  • Fumo (un altro buon motivo per smettere di fumare!)

Da uno studio è emerso che ci sono altri nutrienti oltre al calcio e alla vitamina D che possono prevenire l’insorgenza di osteoporosi e questi sono:

  • Vitamina B12
  • Vitamina K
  • Magnesio

Argomenti Consigliati:

Risorse Web:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *