Cura e dieta nella celiachia


Per quanto riguarda la dieta nei celiaci è indispensabile eliminare tutti gli alimenti contenenti glutine. Se si fa questo la mucosa intestinale torna alla normalità. Eliminare il glutine nella dieta è molto difficile, perché è presente in moltissimi alimenti. Dopo tre mesi di dieta priva di glutine, la mucosa intestinale si riforma completamente, ed è tale e quale a quella dei soggetti sani, tanto che se si effettua un’ulteriore Esofago-Gastro-Duodeno-Scopia (EGDS) non verrà rilevata alcuna anomalia, ne sarà più possibile diagnosticare ancora la celiachia. Però questo è difficile, perché piccolissime parti di glutine si trovano ovunque, anche negli eccipienti degli alimenti e nei residui delle pentole ad esempio.
Gli alimenti da eliminare sono:

  • Frumento
  • Orzo
  • Segale
  • Farro
  • Kamut

Gli alimenti che invece possono essere tranquillamente assunti sono:

  • Mais
  • Amido
  • Riso

Dopo che si instaura la dieta priva di glutine, deve essere effettuata una Esofago-Gastro-Duodeno-Scopia (EGDS) come controllo dopo sei mesi circa, per vedere se c’è stata la completa remissione dei sintomi. Successivamente i controlli vanno fatti ogni 2-3 anni, anche per il problema dell’instaurarsi del linfoma.
Alcuni pazienti possono non rispondere alla dieta priva di glutine, ed in questo caso ci troviamo di fronte alla malattia celiaca refrattaria. La maggior parte delle volte questo tipo di celiachia è dovuta ad una non appropriata esclusione del glutine. Le persone invece malate di celiachia refrattaria rispondono comunque molto bene a terapie steroidee.

Risorse web:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *