Ipertiroidismo


tiroide tsh t3 t4 e ipertiroidismo
L’ipertiroidismo, fra tutte le altre patologie tiroidee, non ha una grande prevalenza. L’ipertiroidismo è una condizione in cui la tiroide libera grandi quantità di ormoni tiroidei, non perché danneggiata, ma perché ha un’iperfunzionalità.
Dato che l’azione degli ormoni tiroidei T3 e T4 interessa tutti i tessuti dell’organismo, un aumento della secrezione provoca un’accelerazione del metabolismo, e parte dell’energia prodotta non viene immagazzinata come ATP, ma è liberata sotto forma di calore. Questo causa un aumento della temperatura corporea,sensazione di caldo e un aumento dell’attività cardiaca.Sotto il profilo nutrizionale, tutto questo si traduce in un’accresciuta richiesta di nutrienti, che stimolano l’appetito e l’assorbimento intestinale, ma il paziente tende a restare magro.

Classificazione Ipertiroidismo

L’ipertiroidismo è classificato con i seguenti criteri:

1. Iperfunzione Tiroidea (che può essere primaria o secondaria)

L’iperfunzione tiroidea  primaria è di origine tiroidea, ed è causata da un aumento degli ormoni T3 e T4.
Le cause possono essere:

  • Gozzo tossico diffuso, Malattia di Graves (causa più comune, responsabile del 60/90% dei casi di ipertiroidismo)
  • Gozzo multinodulare tossico
  • Adenoma tossico di Plummer
  • Iodio (diffuso in zone con carenza di iodio) o farmaci (es. amiodarone)

L’iperfunzione tiroidea secondaria invece è di origine centrale, ed è causata da un aumento dell’ormone TSH e/o TRH.
Le cause dell’iperfunzione tiroidea secondaria possono essere:

  • Adenoma ipofisario TSH secernente (molto raro);
  • Neoplasia HCG secernente;
  • Tireotossicosi gestazionale
    2. Dismissione Tiroidea

Questa forma di ipertiroidismo può derivante da Tiroidite

3. Assunzione di ormoni tiroidei esogeni

Questa forma di ipertiroidismo può essere dovuta a consumo di cibi, come ad esempio carni di animali trattati con ormoni tiroidei, oppure può avere cause farmacologiche.

Sintomi dell’Ipertiroidismo

Anche in questo caso, come nell’ipotiroidismo, i sintomi interessano tutti i distretti corporei e sono molto generalizzati:

  • Irritabilità;
  • Nervosismo;
  • Accelerazione del pensiero;
  • Insonnia;
  • Gozzo;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Occhi sporgenti (Tipico segno somatico);
  • Aumento del metabolismo basale;
  • Ipocolesterolemia;
  • Aumento del catabolismo proteico;
  • Aumento della produzione di calore e conseguente non sopportazione del caldo;
  • Ipersudorazione;
  • Facile stancabilità;
  • Aumento della sete;
  • Iperattività intestinale e diarrea;
  • Palpitazioni;
  • Ipertensione sistolica-Diastolica;
  • Osteoporosi;
  • Irregolarità mestruali.

Cura ipertiroidismo

Il trattamento dell’ipertiroidismo consiste in 3 tipi di approcci. Inizialmente si può instaurare un approccio farmacologico con l’ausilio di farmaci che riducono l’attività della tiroide (come x es le tionamidi).
Un altro approccio terapeutico è quello con lo iodio radioattivo, consiste nella progressiva distruzione delle cellule tiroidee iperattive. È in grado di controllare permanentemente l’ipertiroidismo in un’alta percentuale di casi.
Altro metodo la chirurgia: Tiroidectomia subtotale, che però è un operazione che può avere complicazioni, quindi deve essere effettuata da mani molto esperte.

Risorse Web:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *