Vitamina B6 – Piridossina


vitamina b6 piridossina, fonti alimenti e dieta

Metabolismo e funzioni della Vitamina B6

Il termine di vitamina B6 accomuna tutti i derivati della 2-metil 3,5-diidrossi-metil-piridina, che presentano l’attività biologica della piridossina. Gli analoghi della piridossina sono tre composti metabolicamente convertibili tra loro: la piridossina, il piridossale e la piridosammina; ed i rispettivi esteri fosforici. Gli esteri fosforici, come il piridossal fosfato, reagiscono con i gruppi amminici degli aminoacidi formando basi di Shiff, le quali danno origine a diverse reazioni:

  • transaminazione o decarbossilazione degli amminoacidi,
  • deaminazione ossidativa delle ammine,
  • racemizzazione degli aminoacidi,
  • contribuisce alla trasformazione del triptofano in niacina,
  • sintesi dei precursori dell’Eme,
  • formazione degli sfingolipidi e sintesi di acidi grassi insaturi,
  • diminuisce l’azione degli ormoni steroidei,
  • sintesi di neurotrasmettitore.

Fonti alimentari di Vitamina B6

La vitamina B6 molto diffusa negli alimenti, e si ritrova soprattutto negli alimenti di origine animale. Nella carne la vitamina B6 è presente soprattutto sottoforma di Piridossale e piridossamina, mentre nei vegetali la vitamina B6 si trova soprattutto sotto forma di piridossina.

Fonti animali Fonti vegetali
Fegato suini, bovini Noci
Uovo Nocciole
Sgombro Lenticchie
Salmone Germe dei cereali
Tonno Legumi

Assorbimento della vitamina B6

La vitamina B6 viene principalmente assorbita a livello del digiuno e dell’ileo. Una minima parte è sintetizzata dai batteri nel colon.

Livelli di assunzione raccomandati di vitamina B6

Essendo il metabolismo della vitamina B6 collegato a quello degli aminoacidi, il fabbisogno di  vitamina B6 dipende dall’apporto proteico della dieta. I LARN (livelli di assunzione raccomandati dei nutrienti) per la vitamina B6 sono di 1,5 mg ogni 100 g di proteine assunte con la dieta. In casi di maggior fabbisogno di vitamina B6, come in gravidanza viene raccomandato un apporto di 1,8 mg ogni 100 g di proteine, mentre in allattamento l’apporto nutrizionale consigliato di vitamina B6 deve essere di 1,95 g ogni 100 g di proteine.

Carenza di Vitamina B6

Poiché la vitamina B6 è molto diffusa fra gli alimenti, i casi di carenza sono molto rari. Carenze di vitamina B6, si possono trovare solo in persone che hanno un aumentato fabbisogno, come le donne in gravidanza o in allattamento, oppure in persone che usano farmaci che interagiscono con l’assorbimento o il metabolismo della vitamina B6, negli alcolisti, nei soggetti in dialisi e nei neonati.

Risorse web:

  • SINU (Vitamine idrosolubili e B6)
  • LARN Vitamina B6
  • INRAN (LARN Vitamina B6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *